Archivi tag: homepage

serve per definire quali articoli vengono visualizzati nella homepage con la foto

Venezia entra nel progetto El Paron de Casa

Venezia, con la classe IV^A Scuola “Renier Michiel” dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri”, è il secondo dei nove territori selezionati che ufficializza l’adesione al progetto El Paron de Casa.

“Partecipiamo con grande entusiasmo al Progetto “El Paron de Casa” – hanno scritto nelle motivazioni i bambini e le insegnanti della classe IV^ A – bellissimo progetto per festeggiare i 1600 anni della fondazione di Venezia e commemorare anche uno dei suoi simboli più importanti: il Campanile di San Marco.

Siamo felici che la nostra classe possa essere testimone di questa grande avventura insieme alle altre 8 classi selezionate, in un percorso che non solo farà scoprire ai bambini il grande passato della loro città, ma li renderà più consapevoli anche di un futuro che sia più sostenibile per tutti.

Un grazie di cuore agli organizzatori per questa grande occasione offertaci”.

Il Dirigente Scolastico Tiziana Rita Pagano, con la responsabile del plesso “Renier Michiel” Nicoletta Prevedello, plaude all’impegno delle insegnanti Alice Penzo, coordinatrice della classe, assieme alle colleghe Chiara Bassi e Michela Contessa.

Dal 26 Maggio tutto l’istituto è invitato a votarci sul facebook:   https://www.facebook.com/elparondecasa

Educazione come aiuto alla vita. Incontro formativo sulla pedagogia montessoriana

Siete invitati lunedì 16 maggio, ore 17:00 – 18:15,
all’incontro informativo sulla pedagogia montessoriana

”Educazione come aiuto alla vita”.

Relatrice: Cinzia Vodret, insegnante di scuola primaria e formatrice
nei Corsi per docenti organizzati dall’Opera Nazionale Montessori.
Aula magna dell’I.C. “Dante Alighieri” Venezia, San Marco 3042.

Scuole & Mosaico

Progetto in occasione dei 1600 anni di Venezia

Esposizione dei lavori in mosaico
prodotti dai ragazzi e dalle ragazze
della scuola primaria e secondaria
di primo grado del Territorio
e di alcune opere di partecipanti
al “Corso di Mosaico” organizzato
dall’Associazione Culturale
Italia – Grecia – Venezia.

A questo progetto hanno partecipato:

Gozzi ( 4A e 5A)
Calvi 2 A
Dante 1E. 2E. 2 A 2B. 2C.


I ragazzi hanno esposto i loro lavori durante l’evento di domenica.
Ogni classe ha ricevuto un attestato e l’istituto una medaglia.

NON PLAYABLE CHARACTER

a cura di School for Curatorial Studies Venice e THE FAIREST – Teaser 04

Durata della mostra:

dal 19 al 30 aprile 2022
18 aprile preview dalle 15.00 alle 20.00

Sede: Scuola Secondaria di I° Grado Statale “Pier Fortunato Calvi”, Castello – 1808 Via Garibaldi, Venezia 

 School for Curatorial Studies Venice, in collaborazione con The Fairest – iniziativa berlinese lanciata nel 2021 da Eleonora Sutter e Georgie Pope – è lieta di presentare Non Playable Character, che aprirà al pubblico dal 19 al 30 aprile. Gli spazi che ospiteranno il progetto saranno le aule della Scuola Secondaria di I° Grado Statale “Pier Fortunato Calvi”, situata in via Garibaldi tra le sedi dell’Arsenale e dei Giardini della Biennale di Venezia.

Non Playable Character è una mostra che si pone l’obiettivo di analizzare a fondo la funzione che il gioco ha da sempre occupato nell’esistenza umana, presentando le sue possibili e molteplici declinazioni. Attraverso il percorso espositivo, che si sviluppa tra gli ambienti della palestra e delle varie aule dell’Istituto, il visitatore sarà portato a utilizzare varie chiavi di lettura con cui interpretare la natura del gioco, esaminando i legami che quest’ultimo ha con le varie discipline umane. I 30 artisti coinvolti, provenienti dal panorama artistico veneziano e internazionale, forniranno così diverse interpretazioni del tema, relazionandosi non solo con i visitatori della mostra ma anche con gli studenti dell’Istituto, attraverso un programma di performance, incontri e attività didattiche. 

Nel 1938, Johan Huizinga nel saggio Homo ludens sostiene che il gioco è fondamento della cultura e dell’organizzazione sociale, concludendo che «la civiltà umana si sviluppa e sorge nel gioco, come gioco». Anche attività considerate antitetiche al gioco sono nate e si sono poi sviluppate da esperienze ludiche. 

Riprendendo il testo di Huizinga, Roger Caillois considera la sfera ludica come specchio dell’evoluzione sociale e culturale di una determinata comunità. Caillois, inoltre, ribadisce la natura libera dell’attività ludica: nonostante quest’ultima sia caratterizzata da regole e convenzioni che ne determinano una propria legislazione e quindi l’effettivo funzionamento, non esiste gioco senza la libertà da parte dei giocatori di poter partecipare o meno. L’obiettivo della mostra, che cerca di non estraniarsi dal contesto attuale in cui inevitabilmente si colloca, è quello di ricordare come il fine principale di ogni attività ludica – oltre alla sua natura ricreativa – resti quello di creare connessioni tra le comunità.

School for Curatorial Studies è una scuola di nuova concezione attiva dal 2004 e nata come progetto formativo della Galleria A plus A, che ha come scopo la diffusione dei saperi nell’ambito delle arti visive e l’introduzione alle professioni relative all’arte contemporanea. L’offerta formativa prevede ogni anno due corsi principali, uno in italiano della durata di un anno scolastico e l’altro internazionale che si svolge nel corso dei mesi estivi. I corsi sono tenuti da docenti e professionisti del settore provenienti da varie parti del mondo e alla fine delle lezioni gli studenti si confrontano con il difficile compito di ideare, strutturare e realizzare un evento espositivo. La mostra è stata ideata dal 29° corso in pratiche curatoriali formato da: Asia Barbiero, Oluwatobi Monica Benzing, Laura Cagnin, Giulia Del Gobbo, Agnese Dell’Omo, Federico Gemelli, Eleonora Ghedini, Alessia Imprescia, Gaia Lazzerini, Beatrice Levorato, Angelica Littamè, Rebecca Manzoni, Greta Mellere, Ylenia Modolo, Marta Omodei, Ileana Rutigliano, Sara Sandrucci, Maria Chiara Terracciano, Rubens Tola, Alessandra Maria Venditti, Benedetta Zannoni, Giorgia Zenerola.

The Fairest, grazie alla ricerca svolta da Eleonora Sutter e Georgie Pope, intende supportare giovani artisti emergenti o indipendenti. The Fairest è una piattaforma innovativa incentrata sull’organizzazione di eventi espositivi in cui ricerca e un mercato sostenibile sono alla base della loro missione. 

La Scuola Secondaria di I° Grado Statale “Pier Fortunato Calvi”, plesso dell’IstitutoComprensivo Dante Alighieri, risulta essere lo spazio migliore per supportare una realtà locale che rischia di scomparire per il vertiginoso calo del numero di residenti sul territorio veneziano. La collaborazione dell’Istituto con la School for Curatorial Studies, iniziata nel 2019, è dunque legata alla volontà di valorizzare il contesto cittadino in cui si collocano entrambe, affiancandole a importanti realtà di respiro più internazionale.

Gli artisti: Ahmet Öğüt, Benjamin Lallier, Bogdan Koshevoy, Caleb Jamel Brown, Chloë Saï Breil-Dupont, Cibelle Cavalli Bastos, Coco Magnusson, Daria Dmytrenko, Dario Filippis, David Michel Fayek, Discount Store Contemporary, Eleonora Luccarini, Fabiano Vicentini, Federica Zanlucchi, Giacomo Giannantonio, Giorgio Distante, Giulia Wetter, Hannah Rose Stewart, Julie Monot, Kianí del Valle, Lauryn 

Youden, Lucia Veronesi, Malte Bartsch, Manutcher Milani, Marie Matusz, Mary-Audrey Ramirez, Mathilde Agius, Mattia Sinigaglia, Monilola Olayemi Ilupeju, Niclas Riepshoff, Nik Kosmas, Omsk Social Club, Raoul Zöllner, REIF, Thomias Radin, Tobias Spichtig, Tore Wallert, Viola Morini, Zeroscena.

Orari di apertura:

Lunedì 18 aprile dalle 15.00 alle 20.00

Martedì 19 aprile dalle 10.00 alle 19.30

Da mercoledì 20 aprile a sabato 30 dalle 15.00 alle 19.30

Concorso Mascheroni

Il concorso “Mascheroni”, su base volontaria, ha visto la partecipazione di 10 ragazzi che hanno realizzato dei bei mascheroni. I lavori sono stati esposti e visti da tutti gli alunni del Plesso Dante Alighieri, i quali hanno espresso le loro preferenze attraverso una votazione.
Il giorno 17 marzo i partecipanti sono stati convocati per la premiazione e gli sono stati  consegnati i seguenti attestati: